Dall’anno scolastico 2010/2011 è entrata in vigore la riforma dei Licei e dell’istruzione tecnica e professionale. Tutti gli ordini di studio prevedono un percorso quinquennale.
Tra le novità troviamo l’inserimento di due nuovi licei: il musicale – coreutico e quello delle scienze umane. Vengono inoltre rivisti e aggiornati tutti i vecchi licei.
I nuovi istituti tecnici si dividono in due grossi settori: Economico e Tecnologico e 11 indirizzi.
I nuovi istituti professionali sono anch’essi articolati in 2 settori (Servizi – Industria e Artigianato) e 6 indirizzi.
Pur rimanendo una vasta gamma di indirizzi è’ evidente una minor frammentazione, sono quasi del tutto sparite le sperimentazioni e ciò che rende più facile il passaggio da una scuola all’altra.

STRUTTURA DEL QUINQUENNIO
In tutti gli ordini, sia per i licei, sia per gli Istituti tecnici che per i professionali il primo biennio (1° e 2° anno) – finalizzato all’assolvimento dell’obbligo scolastico – è propedeutico, con il ripasso di molti argomenti già trattati nella scuola media ed ora approfonditi; il secondo biennio (3° e 4° anno) – è finalizzato all’approfondimento e allo sviluppo delle abilità e alla maturazione delle competenze caratterizzanti del tipo di percorso prescelto; il 5° anno completa il percorso interdisciplinare; è finalizzato al completamento del percorso educativo. Il superamento dell’Esame di Stato al termine del 5° anno permette l’accesso alle facoltà universitarie per il proseguimento degli studi o l’inserimento nella vita lavorativa.