Curriculum dello Studente: l’ultima novità del decreto “Buona Scuola”

Il decreto legge “Buona Scuola” presentato nel settembre scorso, sembra stia per approdare in Consiglio dei Ministri. La riforma prevede numerosi cambiamenti che in questi mesi hanno generato anche discussi e non poche perplessità. La cosa certa, comunque, è che tra le novità previste c’è il cosiddetto Curriculum dello Studente.

Vi piacerebbe poter scegliere le materie da studiare? Se la risposta è sì, allora apprezzerete la proposta presentata da poco alla VII Commissione del Senato secondo cui, da settembre, i ragazzi del quinto anno delle superiori, potranno scegliere il percorso di studi indicando una parte delle materie che preferiscono.

Come affermato dalla senatrice Francesca Puglisi: “Il curriculum dovrebbe essere formato da una parte obbligatoria per tutti e una parte opzionale, a scelta dello studente, oltre che da discipline facoltative di arricchimento, tale da garantire una personalizzazione del percorso di studi, così da potenziare l’elemento orientativo dell’istruzione”.

L’idea, dunque, è dare la possibilità agli studenti dell’ultimo anno di decidere in parte le materie da approfondire. In questo modo ogni studente, oltre alle materie obbligatorie, si troverebbe ad approfondire anche le materie che più preferisce o che gli servono per prepararsi ai test d’ingresso all’università.

Un incentivo allo studio ma anche un modo per aiutare gli studenti a sviluppare un reale interesse per le materie scolastiche e ad acquisire un metodo di studio diverso, molto simile a quello universitario.

Il decreto permetterebbe anche di rilanciare l’autonomia scolastica e di ampliare il corpo docenti con nuove professionalità (a contratto) che porteranno temi e argomenti nuovi.

Insomma, c’è solo da sperare che la proposta venga accettata e che il curriculum sia ben accolto dagli studenti e anche dagli insegnanti.